La Terraza Del Casino: Jaime Hayon hit me again (my heart above all!).

Ebbene sì,

Jaime Hayon ha colpito ancora il mio povero e sensibile cuore. In senso metaforico chiaramente.

Tanto per cominciare, direi che vi presento il ristorante spagnolo La Terraza Del Casino, che si trova a Madrid, al numero 15 di Calle de Alcalà. Si tratta di un palazzo del XIX secolo, che ospita al suo interno il Casinò di Madrid. Il terzo piano è riservato al ristorante La Terraza ed è qui che noi faremo un viaggetto virtuale.

Jaime Hayon si occupa della ristrutturazione del ristorante, compiendo una sapientissima magia nel creare una convivenza di stili perfettamente omogenea ed eclettica. Ci troviamo di fronte ad una scelta forse azzardata, ma quanto mai riuscita: le sale da pranzo, a colpo d’occhio, ricorda i ristoranti delle vecchie navi da crociera. I colori scelti danno un senso di completezza all’ambiente e, vagamente, richiamano il mare. I materiali e le superfici danno vita ad una mescolanza di sensazioni, che guidano il pubblico in un viaggio tra passato e futuro.

La palette cromatica varia nei toni del bianco, celeste, blu, oro e nero, dando equilibrio al tutto. I pavimenti lucidissimi, bianchi e neri, permettono a tavoli e sedie di spiccare in bellezza e particolarità. I tavoli rotondi dispongono di sedie imbottite, dalla struttura cesellata di colore bianco e i tessuti celesti. Ogni sedia che circonda il tavolo è diversa dall’altra e questo effetto determina un movimento peculiarissimo all’interno della sala.

Il progettista esplora con maestria finiture e materiali completamente diversi, creando un ponte di amore per la bellezza estetica tra passato e futuro. Questo ponte si fonde armoniosamente con le linee moderne degli chandelier firmati da Jaime Hayon per Metalarte, nelle versioni bianco, oro e nero, che diventano i protagonisti luminosi delle sale. Essi stessi, come detto nell’articolo precedente su Jaime Hayon, co-fondono la bellezza degli splendori del passato con l’innovazione ed i materiali del futuro.

L’impressione che il pubblico può avere entrando a La Terraza è sia quella di fare un salto nel passato, in un mondo fatato vicino ad Alice nel Paese delle Meraviglie e al contempo di arrivare in un ristorante fresco, ringiovanito e al passo con le ultime tendenze in fatto di interior design.

Il progetto di Hayon rispetta in pieno lo stile pre-esistente del ristorante, dando un tocco di novità e svecchiando l’immagine stessa del luogo, pur rimanendo al passo con la cucina innovativa dello chef Paco Roncero.

Visitate il sito, http://www.hayonstudio.com/.

Stay tuned!

C.

——————————————————————————————————————————

Yes,

Jaime Hayon has struck again my poor, sensitive heart. In a metaphorical sense of course.

To begin with, I would say that I introduce you the Spanish restaurant La Terraza Del Casino, which is located in Madrid, at 15 Calle de Alcalá. It is a nineteenth century building, which has inside the Casinò de Madrid. The third floor is reserved for the restaurant La Terraza and that is where we will make a virtual trip.

Jaime Hayon is responsible for the renovation of the restaurant, making a wise magic to create an eclectic and perfectly homogeneous coexistence of styles. We are faced with a choice perhaps risky, but successful: the dining reminiscent rooms, at a glance, of the restaurants of the old cruise ships. Colors give a sense of completeness to the environment and vaguely recall the sea. Materials and surfaces give rise to a mixture of feelings that guide the audience on a journey through the past and the future.

The color palette varies in shades of white, light blue, blue, gold and black, giving balance to the whole. The floors are shiny, whites and blacks, to allow tables and chairs to stand out in beauty and particularity. The round tables have padded chairs, chiselled white structures and tissues of heaven. Each chair that surrounds the table is different from the other and this effect determines a peculiar movement inside the room.

The designer explores with skill completely different finishes and materials, creating a bridge of love for the aesthetic beauty of the past with the future. This bridge blends harmoniously with the modern lines of the chandelier signed by Jaime Hayon for Metalarte, in white, gold and black versions, which are the protagonists of the bright rooms. They, as mentioned in the previous article about Jaime Hayon, co-blend the beauty of past splendors with innovation and materials of the future.

The impression that the public may have coming to La Terraza is to make a leap into the past, in a fairy world next to Alice in Wonderland and at the same time to arrive at a restaurant fresh, rejuvenated and keeping up with the latest trends in interior design.

The draft Hayon fully respects the existing style of the restaurant, adding a touch of novelty at the very image of the place, remaining in line with the innovative cuisine of chef Paco Roncero.

Visit his website, http://www.hayonstudio.com/.

Stay tuned!

C.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *