When a mirror becomes art: Andrea Bonini for Diamante Design.

Cari lettori,

veniamo nella mia bella Verona a conoscere un giovane e bravissimo designer.
Alla guida del marchio Diamante DesignAndrea Bonini disegna e progetta con il tocco effimero della bellezza: nato a Verona nel 1985, mantiene un legame molto stretto con la sua città natale, ma si forma a Milano, dove comincia a confrontarsi con il vero mondo del design. Seppur giovanissimo, vanta collaborazioni di spicco, tra cui Intimissimi, il Weya, Carl Zeiss e nel 2012 presenta al Salone del Mobile di Milano la sua collezione per Dolfi, storico brand italiano per cui progetta numerosi ed eleganti elementi di arredo.

Nel 2010 nasce il brand di arredamento e complementi Diamante design, con Andrea art director del marchio e designer: si occupa della progettazione dell’intera linea, formata da 25 pezzi unici e ne cura personalmente l’immagine.

Della collezione Onirico Home Jewels, realizzata da Andrea Bonini, fanno parte la serie di specchi: in realtà, a mio modesto parere, non si tratta solamente di specchi, ma piuttosto di vere e proprie opere d’arte che arredano le pareti di qualsiasi tipo di ambiente. Progetti luminosi, che attraggono il fruitore per le linee raffinate, le dimensioni che stupiscono in spettacolarità e i riflessi che nascono dal sapiente intaglio dei materiali.

Le texture scelte rispecchiano al meglio lo spirito del progettista e la volontà di avvicinarsi ad un pubblico che ami il design d’eccezione e per nulla scontato. Esse ricordano gli sfarzi di un tempo, dalla corte del re Sole alla Venezia Barocca, mantenendo però un contatto strettissimo con la tecnologia contemporanea, l’artigianalità della produzione e l’essenza stessa dell’emozione estetica che ne nasce.

Realizzati in acciaio, gli specchi riflettono la luce con armonia e sinuosità, compiendo un’evoluzione, che li porta ad essere non solo oggetti di arredo, ma i veri protagonisti della casa e dell’ambiente dove vengo inseriti.

Il mio preferito resta sempre il modello Wallpaper, che racchiude l’essenza del design, dell’eleganza: il contatto stretto tra passato e presente, la lucentezza dei materiali, gli splendori di un tempo. Le dimensioni, come detto poc’anzi, assumono un ruolo fondamentale nella presentazione dell’oggetto: sono, infatti, parte integrante della sua spettacolarità, riuscendo, così, ad incantare il pubblico, esperto o meno che sia, al primo sguardo.

La serie degli specchi è composta di cinque modelli: Royal, Baroque, Wallpaper, Venice e Decor. Ognuna di queste specchiere racchiude la convivenza del passato con il presente, trasferendo l’emozione stessa al fruitore senza vincoli di tempo. Pezzi unici che non cambiano, che non seguono le mode ma eventualmente le fanno.

Visitate il sito, http://www.andreabonini.it/.

Stay tuned!

C.

————————————————————————————————————————

Dear readers,

We come to my beautiful Verona to know a young and talented designer.
At the helm of the brand Diamante Design, Andrea Bonini designs with a touch of ephemeral beauty: born in Verona in 1985, he maintains a close relationship with his hometown, but he is formed in Milan, where he has begun to deal with the real world of design. Although young, has has collaborated with many companies, including Intimissimi, Weya, Carl Zeiss and in 2012 he presents at the Salone del Mobile in Milan his collection with Dolfi, historical Italian brand that designs elegant furniture.

In 2010 Diamante Design brand was born for furniture and accessories, with Andrea as art director and designer of this: it deals with the design of the entire line, consisting in 25 pieces and personalizing the image.

Created by Andrea Bonini, the collection Onirico Home Jewels is part of a series of mirrors: in fact, in my opinion, they’re not only mirrors, but works of art that adorn walls of any kind of location. Brilliant designs that attract the viewer to the refined lines, the dimensions in that amazed spectacular and reflections that arise from the careful carving of materials.

The texture choices best reflect the spirit of the designer and the desire to get closer to an audience that loves design of exceptions. They recall the splendor of the past, from the court of the Re Sole to the Venice Baroque, while maintaining a close contact with the contemporary technology, the craftsmanship of the production and the real essence of aesthetic emotion that arises.

Made of steel, mirrors reflect light with harmony and sinuously, having an evolution, which leads them to be not only ornamental, but the real stars of the interior.

My favorite is still the pattern Wallpaper, that captures the essence of design and elegance: the close contact between past and present, shining material, the splendours of the past. The size, as mentioned earlier, play a fundamental role in the presentation of the object: they are, in fact, an integral part of his spectacularity, succeeding to enchant the public, expert or not to be, at first glance.

The series of mirrors is composed of five models: Royal, Baroque, Wallpaper, Venice and Decor. Each one of these mirrors enclosing the coexistence of the past with the present, by transferring the emotion itself to the user without time constraints. Unique pieces that don’t change, that doesn’t follow fashion but eventually making it.

Visit the website, http://www.andreabonini.it/.

Stay tuned!

C.

 

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *