Jaime Hayon: #portrait of Josephine.

Cari lettori, torniamo in Spagna.

Oggi vi porto in una città a me molto cara e culla di dolci ricordi, speciale porto di due realtà perfettamente conviventi: passato e futuro. Si tratta della mia adorata Valencia, per conoscere un giovane e promettente designer: Jaime Hayon.

Jaime Hayon nasce a Madrid, dove studia disegno industriale. Dopo gli studi a Parigi, grazie ai suoi meriti scolastici, ottiene una borsa di studio nel settore design di Fabrica, il centro di ricerca sulla comunicazione del gruppo Benetton, e l’anno dopo diventa responsabile del dipartimento. Nel 2003 è stato premiato dal Ministro della Cultura Spagnola e dal Injuve come uno dei giovani designer spagnoli di maggior talento. A Fabrica ha curato importanti lavori di interior e product design come il concept del negozio Benetton, il logo e la grafica per Killerloop, la borsa Nomade e gli allestimenti delle mostre di Colors e Fabrica al museo Bonnefanten a Maastrich.

È stato il curatore di WYZ ideas on furniture un evento svoltosi alla Fiera del Mobile di Milano nel 2001. Ha disegnato l’interno del ristorante Madam di Treviso. Ha partecipato alla AIGA a New York, alla AGIDEAS a Melbourne in Australia e alla IDN my favorite conference, considerato il più grande evento sulla creatività in Asia. Ha creato una collezione di statuette che ha intitolato New mediterranean digital borroque style, da esporre in esibizioni d’arte e ha fondato l’Hayon Studio a Madrid, Valencia e a Treviso. I suoi lavori sono stati pubblicati su diverse riviste tra cui: Domus, Ottagono, Modo, Abitare.

Con grande piacere vi parlo di Josephine: Josephine è una collezione da lui disegnata che parla di luce, di lusso e di contemporaneità. Il suo design, in questo caso, sembra ripercorrere il passato, accarezzando simbolicamente le morbide linee barocche, ma staccandosi dai parossismi stilistici del periodo. Si tratta più che altro di una accenno velato alla bellezza e alla sensualità del Barocco.

La famiglia di Josephine comprende diverse dimensioni: si trasforma, infatti, da lampada da tavolo a chandelier, da applique a piantana. Il corpo è realizzato in porcellana, mentre la palette dei colori restringe il campo al bianco, nero, oro e platino. Prodotta e distribuita da Metalarte, è a mio parere un progetto brioso, vivace ma al tempo stesso elegantissimo. La scelta dei colori, perfettamente in linea con il periodo Barocco, avvicina il fruitore ad una realtà per lui lontanissima e sconosciuta, intrigante e luminosa.

Visitate i siti, http://www.hayonstudio.com/ e http://www.metalarte.com.

Stay tuned!

C.

——————————————————————————————————-

Dear readers, we go back to Spain.

We have to go to a town so dear to me and full of memories, special port of two cohabiting realities: past and future. This is my beloved Valencia, learning you about a promising young designer: Jaime Hayon.

Jaime Hayon was born in Madrid, where he studied industrial design. After studying in Paris, thanks to its academic merits, he got a grant  for Fabrica, the communication research center of Benetton group, and a year later became manager of the department. In 2003 he was awarded by the Spanish Ministry of Culture and the Injuve as one of the most talented young Spanish designers. A Fabrica oversaw important work in interior and product design such as the concept of the Benetton stores, logo and graphic design for Killerloop, handbag Nomade and composition of the exhibitions of the museum Bonnefanten Fabrica and Colors in Maastricht.

He was the curator of WYZ ideas on furniture an event held at the Fiera del Mobile in Milan in 2001 He designed the interior of the restaurant Madam Treviso. He participated in the AIGA in New York, the AGIDEAS in Melbourne, Australia and the IDN my favorite conference, considered the biggest event on creativity in Asia. He has created a collection of figurines titled New digital mediterranean borroque style, to be exhibited in art shows and founded the Hayon Studio in Madrid, Valencia and Treviso. His works have been published in various magazines such as Domus, Octagon, Modo, Abitare.

With great pleasure, I talk you about Josephine: Josephine is a collection designed by him that’s about light, luxury and contemporary. Its design, in this case, it seems to revisit the past, symbolically stroking the soft Baroque lines, but moving away from paroxysms style of the period. It’s more of a veiled allusion to the beauty and sensuality of the Baroque.

The family of Josephine includes several dimensions: it becomes, in fact, table lamp, chandelier, applique or floor lamp. The structure is made of porcelain, while the color palette narrows to white, black, gold and platinum. Produced and distributed by Metalarte, it is in my opinion a spirited project, lively but at the same time elegant. The choice of colors, perfectly in line with the Baroque period, brings the user to a reality far and unknown, intriguing and bright.

Visit the websites, http://www.hayonstudio.com/ and http://www.metalarte.com.

Stay tuned!

C.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *